Borgo Val di Taro

Migrante ucciso, polemiche per post Fb

"Non è perché era sempre in prima fila coi sindacati per i diritti dei migranti che è stato freddato in Calabria, ma è perché insieme ai suoi complici stava fottendo dell'alluminio. We don't call 112". La frase è comparsa sulla bacheca Facebook della vicesindaco di Deiva Marina (La Spezia) Giovanna Bertamino suscitando non poche polemiche e centinaia di post in risposta da parte di altri utenti. Un messaggio che, secondo sindacati, partiti del centrosinistra e associazioni spezzine "ha giustificato l'omicidio del sindacalista del Mali". Bertamino, che non ha mai avuto tessere di partito e siede in una giunta civica con simpatie per il centrodestra, è stata vicina a Forza Italia. E non nasconde di scrivere spesso post con l'intento di andare oltre il "politicamente corretto e l'informazione mistificata". "Non ho mai detto che dovevano sparargli - si spiega l'amministratrice -. Ma non possiamo far finta che non fosse lì a rubare". L'invito a non chiamare i soccorsi? "Travisato.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie